Propaganda

SILENZIO ELETTORALE

Al fine di non turbare le operazioni degli uffici elettorali di sezione e l’espressione del voto, si ricorda che la L. n. 212/1956, all’art. 9 impone il cosiddetto “silenzio elettorale”.

Di conseguenza, nel giorno antecedente ed in quelli della votazione (sabato 19 Settembre, domenica 20 Settembre e lunedì 21 Settembre), sono vietati:

  • i comizi e le riunioni di propaganda elettorale diretta e indiretta, in luoghi pubblici o aperti al pubblico;
  • la nuova affissione di stampati, giornali murali o altri e di manifesti di propaganda;
  • la diffusione di trasmissioni radio-televisive di propaganda elettorale (art. 9 bis – D. L. n. 807/1984)

La chiusura della campagna referendaria dovrà avvenire entro le ore 24.00 di venerdì 18 Settembre 2020.

Si ricorda altresì che, nei giorni della votazione sono vietati:

  • ogni forma di propaganda entro il raggio di 200 metri dall’ingresso degli Uffici elettorali di sezione (art. 9 – L. n. 212/1956);
  • la diffusione di trasmissioni televisive di propaganda elettorale (art. 9 bis – D. L. n. 807/1984);
  • la diffusione di risultati di sondaggi demoscopici sull’esito delle elezioni e sugli orientamenti politici degli elettori (art. 8, comma 1 – L. n. 28/2000).

In occasione delle consultazioni referendarie, gli elettori che si recheranno a votare nel proprio comune di iscrizione elettorale potranno usufruire delle agevolazioni tariffarie per i viaggi ferroviari, via mare e autostradali, come da Circolare Min. Int. n. 46/2020 reperibile nell’apposita sezione denominata documenti


DIVIETO DI DIFFUSIONE SONDAGGI

Si rammenta che nei 15 giorni precedenti la data della votazione, e quindi, a partire da Sabato 5 Settembre 2020 e sino alla chiusura delle operazioni di voto, ai sensi dell’art. 8, comma 1 – L. 22 Febbraio 2000 n. 28, è vietato rendere pubblici o, comunque, diffondere i risultati di sondaggi demoscopici sull’esito delle votazioni e sugli orientamenti politici e di voto degli elettori, anche se tali sondaggi sono stati effettuati in un periodo precedente a quello del divieto


INDIVIDUAZIONE SITI PER LA PROPAGANDA ELETTORALE

Con D.G. n. 315/20 di data 20 agosto 2020 la Giunta comunale ha provveduto ad individuare appositi siti per la propaganda elettorale tramite manifesti


ASSEGNAZIONE SPAZI PER L’AFFISSIONE DEI MANIFESTI DI PROPAGANDA ELETTORALE

Con D.G. n. 316/2020 di data 20 agosto 2020, la Giunta comunale ha provveduto alla delimitazione, ripartizione ed assegnazione degli spazi per l’affissione dei manifesti di propaganda agli aventi diritto che ne abbiano fatto richiesta nei termini di Legge


Referendum costituzionale confermativo 2020

Inizio periodo di propaganda referendaria VENERDI’ 21 Agosto 2020

Ai sensi dell’art. 6 della Legge 212/56 e successive modificazioni,

da questo momento sono vietati:

  • la propaganda elettorale luminosa o figurativa a carattere fisso in luogo pubblico, escluse le insegne indicanti le sedi dei partiti ;
  • la propaganda luminosa mobile e il lancio o il getto di volantini in luogo pubblico o aperto al pubblico;
  • l’uso di altoparlanti su mezzi mobili fuori dai casi previsti dall’art. 7 comma 2 della Legge 130/1975 ;

da questo momento sono consentiti:

  • l’affissione dei manifesti di propaganda referendaria e degli altri stampati di propaganda referendaria esclusivamente negli spazi a ciò destinati in ogni Comune (vedi delibere giuntali di prossima pubblicazione);
  • l’allestimento di postazioni temporanee o mobili (cd. gazebo): si ricorda che su tali postazioni non è ammessa l’esposizione di materiale di propaganda referendaria visibile all’esterno. Le richieste di utilizzo del suolo pubblico per attività di propaganda vanno trasmesse all’indirizzo di posta elettronica propaganda.referendum@comune.trieste.it utilizzando, preferibilmente, il modulo apposito la propaganda sonora sul territorio del Comune di Trieste. Si rammenta che l’uso di altoparlanti su mezzi mobili, subordinato ad apposita autorizzazione, è ammesso soltanto per l’annuncio dell’ora e del luogo, comprendendo anche il nome dell’oratore e il tema del suo discorso, in cui si terranno i comizi e limitatamente nella fascia oraria dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.30 alle ore 19.30 nella giornata antecedente la manifestazione e nella giornata della manifestazione medesima. Il modulo per la richiesta di propaganda fonica va spedito alla casella di posta elettronica plts.cancelleria@comune.trieste.it . L’autorizzazione alla propaganda verrà riconsegnata esclusivamente via mail all’indirizzo comunicato dal richiedente.

Vedi Circolare Ministero dell’Interno n. 27/2020 e Circolare Ministero dell’Interno – Direzione Centrale per i Servizi Elettorali 8 aprile 1980 n. 1943/V in tema di propaganda


A V V I S O

L’attività di propaganda referendaria in luogo pubblico o aperto al pubblico è subordinata alle misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19

Tutte le notizie ed aggiornamenti riferite alla propaganda referendaria vengono diffuse esclusivamente attraverso la presenta pagina web.

Ultima modifica: