AIRE e Temporanei all’estero 

Elettori residenti all’estero (AIRE)

Gli elettori residenti all’estero in uno Stato in cui si vota per corrispondenza, che non abbiano esercitato l’opzione per il voto in Italia, fanno parte del corpo elettorale della Circoscrizione estero, e pertanto l’esercizio dell’elettorato attivo per le elezioni politiche si effettua esclusivamente per corrispondenza.

Gli elettori riceveranno da parte dell’Ufficio consolare competente il plico contenente le schede per l’esercizio del diritto di voto per corrispondenza.

Elettori temporaneamente residenti all’estero.

L’art. 4-bis della legge n. 459/01, modificato da ultimo dall’art. 6, comma 2, lett. a) della legge 3 novembre 2017, n. 165, prevede che gli elettori residenti a Trieste che si trovano in un paese estero, per un periodo – che comprenda il 25 settembre 2022 – di almeno tre mesi per motivi di lavoro, studio o cure mediche possono chiedere di votare per corrispondenza nella circoscrizione Estero.

La richiesta può essere presentata anche da coloro che sono residenti all’estero nel territorio di altra sede consolare e coloro che svolgono il Servizio civile all’estero.

Si segnala, inoltre, che per i familiari conviventi dei temporaneamente all’estero aventi diritto al voto per corrispondenza la legge non richiede il periodo previsto di tre mesi di temporanea residenza all’estero.

Per poter votare per corrispondenza gli elettori, iscritti elettoralmente nel Comune di Trieste, devono presentare domanda di opzione per il voto all’estero direttamente a questo Comune, con le seguenti modalità:

  • via e- mail: elettorale@comune.trieste.it;
  • per posta: Comune di Trieste – Ufficio Elettorale – piazza dell’Unità d’Italia 4 – 34121 Trieste
  • a mano, anche da persona diversa, al protocollo generale dell’Ente in via Punta del Forno 2 nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e il lunedì e il mercoledì anche dalle ore 14.00 alle ore 16.30.

La richiesta, debitamente sottoscritta dall’elettore e corredata di copia di valido documento di identità, deve pervenire al Comune tassativamente entro il 24 agosto 2022.

Le domande presentate dopo tale data non potranno essere prese in considerazione e l’interessato conserverà ovviamente il diritto di votare in Italia nel proprio seggio abituale.

In ogni caso, la richiesta, valida per un’unica consultazione, può essere revocata entro lo stesso termine del 24 agosto 2022.

Ultima modifica 3 Agosto 2022